Scusa ma nel tuo lavoro quotidiano non usi gli strumenti migliori? Non metti i dipendenti nelle migliori condizioni?

Qualche domanda, spero retorica:

  • se sei un fotografo usi la Polaroid o una Canon/Nikon reflex di fascia alta? (per par condicio le ho messe entrambe così si evitano discussioni off topic)Utensili Beta
  • se sei un meccanico utilizzi gli attrezzi della Beta o la brugola dell’Ikea?
  • se sei un manager nel tuo ufficio hai 5 server di fianco alla scrivania? L’aria condizionata in fronte? La sedia senza schienale o senza ruote?

E così via, credo che potrei andare avanti per coprire qualunque settore lavorativo.

Ma allora qualcuno deve spiegarmi perché quando giro in aziende che sviluppano software sento e vedo sempre più spesso situazioni del genere seguente.

“Il cliente tipicamente rimane sbalordito dalle caratteristiche del mio portatile”

La brugola, lo strumento simbolo dell'IkeaSi ho un portatile con processore di ultima generazione, tutta la ram che ci può stare dentro e 2 dischi di cui uno SSD.

Non vedo perché dovrei usarne uno più lento visto che ci lavoro sopra 8 ore al giorno, compilo, ci girano i test (hai i test vero?), gira il database, magari qualche macchina virtuale.

Oggi l’hardware ha dei costi veramente irrisori rispetto al tempo che ci fa risparmiare e al minore stress che ci provoca una macchina lenta.

“Ho visto aziende con sviluppatori ammassati su tavoli scomodissimi, piccoli e con sedie rotte o in posizioni infernali (tipo col sole alle spalle o vicino alla rumorosa sala server).

Oppure in cui i dev scrivono il nome sullo schienale perché non ci sono abbastanza sedie per tutti e domani potrebbero non trovarla!”

Ricordo che chi produce software ancora per oggi è un essere umano. La produttività di uno sviluppatore è legata anche all’ambiente lavorativo che lo circonda. Quindi magari può essere utile che non sia troppo rumoroso, troppo caldo, troppo freddo, che la sedia abbia lo schienale, che il tavolo mi consenta di starci sotto senza che abbia un piede del tavolo stesso tra le gambe. Pensate che i dev chiedano troppo? O forse spesso non chiedono perchè per passione o per sovraccarico sono talmente immersi nel lavoro che non ci pensano o per reverenza e pudore non ve lo chiedono.

“Incontro sviluppatori che programmano 8 ore su monitor da 15 o 17 pollici.”

Anche questo è legato alla produttività e alla qualità di quello che facciamo. Un monitor più grande mi consente di avere sotto controllo più informazioni, di facilitare i confronti, di affaticarmi di meno. Tralascio sull’utilità di 2 monitor affiancati…

“Mi serve un software per fare l’attività X. Ne ho trovato uno eccezionale, fatto da una società molto in gamba. Però costa troppo allora uso questa alternativa open-source. Spesso si blocca, non ha documentazione e devo manutenerlo di continuo ma costa zero”

Ecco qui il tema non è la diatriba open-source/closed source ma se esiste un software che mi fa lavorare meglio, produrre di più, ridurre i costi siamo sicuri che il ROI legato al costo di acquisto non sia ben più favorevole di un’altra soluzione? Per non parlare di chi si sviluppa in casa tool che magari sul mercato sono già ampiamente collaudati e ricchi di funzionalità.

A volte prima di parlare di architettura, DDD, Agile, SCRUM che vanno tanto in voga oggi e che piacciono tanto ai PM credo che sarebbe necessario partire dall’abc che ogni imprenditore o manager di qualunque settore dovrebbe conoscere e applicare.

Come fai ad essere Agile su un Pentium?

Come al solito l’informatica è diversa dagli altri settori e come spesso capita questa diversità è in negativo.

Dai che con poco si può fare un grosso salto in avanti!

PS: qualche consiglio pubblicitario per gli acquisti:

  • monitor: almeno 24 pollici, magari 2 monitor
  • Ram: tanta, almeno 4 gb
  • se proprio non volete cambiare il PC o il notebook fate la cosa che oggi ha in assoluto il miglior rapporto prezzo/prestazioni: comprate un disco allo stato solido!
  • un sistema operativo performante e stabile (leggasi Windows 7 se si parla di mondo Microsoft)
  • il migliore IDE che ci sia in commercio (leggasi Visual Studio 2010 se si parla di nuovo di mondo Microsoft)
  • la sedia con le ruotine please!
  • magari spostare i dev dal magazzino ad un ufficio
Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.