La compatibilità delle applicazioni tra le release di AutoCAD

Da through-the-interface un estratto sul tema della compatibilità tra le release:

Le applicazioni sviluppate sfruttando l'API AutoCAD devono essere testate (ed alcune volte modificate) per garantirne il funzionamento con nuove release di AutoCAD. Per alcune generazione di AutoCAD abbiamo scelto di non garantire la compatibilità binaria delle applicazioni ogni 3 release (storicamente questo è avvenuto con AutoCAD 2000, 2004 e 2007).

Inoltre le applicazioni sviluppate con diverse API richiedono un impegno diverso per effettuare il porting da una release all'altra. Le applicazioni [W:LISP] sono abbastanza portabili tra le release (anche se i nomi e le posizioni dei file di supporto potrebbero cambiare di volta in volta), così come lo sono le applicazioni COM (come VBA e applicazioni esterne VB). Le applicazioni che usano le API managed (C# o VB.NET) sono un po' meno portabili di quelle ObjectARX (C++).

Le applicazioni ObjectARX sono architetturalmente molto vicine al core di AutoCAD ed è per queste applicazioni che gli sviluppatori – sia esterni che interni ad Autodesk – devono dedicare molte risorse quando viene meno la compatibilità tra le release.

Perchè è necessario interrompere la compatibilità col passato? Ci sono alcune ragioni:

  1. Alcune volte vogliamo semplicemente aggiornare le classi dell'API, per aggiungere nuovi metodi ecc. Mentre è possibile aggiungere metodi non-virtuali durante un passaggio di release compatibile, non è possibile garantire la compatibilità quando vengono aggiunti metodi virtuali perchè viene modificata la v-table
  2. Potremmo aver bisogno di aggiornare l'architettura interna o l'uso della tecnologia. Un esempio di ciò è stata l'introduzione massiccia dell'[W:Unicode] in AutoCAD 2007. Questo è stato un profondo cambiato nel modo con cui AutoCAD gestisce internamente le stringhe e ha richiesto la modifica della signature di molte funzioni ObjectARX.
  3. Infine si vuole godere dei vantaggi offerti dall'ultima versione del compilatore per compilare AutoCAD. AutoCAD 2000-2002 sono state compilate con Visual Studio 6, AutoCAD 2004-2006 con Visual Studio .NET 2002 e AutoCAD 2007 con Visual Studio 2005. E' importante per Autodesk rimanere allineati con l'ultima versione supportata del compilatore per ottenere supporto da Microsoft su problemi critici ma soprattutto per fornire nuove funzionalità, come ad esempio la possibilità di usare WinForms in AutoCAD e di esporre un API managed.

La domanda adesso è: perchè non viene interrotta la compatibilità ad ogni release? A causa delle difficoltà che temono i clienti e gli sviluppatori. La mancanza di compatibilità di un'applicazione in una nuova release ha impatto sull'accettazione di quella release. Mantenere una finestra di 3 release (che ad oggi equivale a 3 anni) fornisce agli sviluppatori il tempo per concentrarsi sui miglioramenti dell'applicazione a favore del cliente piuttosto che spendere risorse per la migrazione alla nuova piattaforma.

L'articolo completo si trova a questo indirizzo: http://through-the-interface.typepad.com/through_the_interface/2006/06/compatibility_o.html 

Proprio in questi giorni stò migrando un'applicazione scritta in C#-VB.NET che funziona su AutoCAD 2006 alla nuova piattaforma AutoCAD 2008. La mancanza di compatibilità c'è ma è veramente ridotta al minimo (cose tipo enumerati che hanno cambiato nome o poche funzioni con una signature diversa), nulla che non si possa agevolmente gestire utilizzando le direttive del compilatore. In pratica ho definito una direttiva ACAD2006 ed una direttiva ACAD2008 e con quelle decido per quale piattaforma compilare la DLL.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *