DevCon 2009 – Giorno 1

Dopo il corso TDD seguito presso Overnet qualche mese fa, l'annata formativa prosegue con le 3 giornate di DevCon che ogni anno il gruppo di Devleap propone con tutte le novità più recenti o di prossima diffusione di Microsoft nel settore sviluppo ed a seguire una giornata del Basta! Italia on tour.

La prima giornata della DevCon 2009 non si è focalizzata su di un singolo aspetto tecnologico ma sugli aspetti architetturali di una applicazione completa a partire dal database su su fino alla UI.

Molto fluida la sessione a 4 mani di Rob e Paolo, che in maniera molto affiatata hanno affrontato una intera giornata alternandosi ogni 2-3 minuti circa senza soluzione di continuità.
Allo stesso modo hanno mostrato tutta la loro esperienza di speaker passando continuamente da slide a codice e viceversa (peccato per le bizze del proiettore…)

La giornata ha avuto come base l'applicazione Estate Management che DevLeap utilizza come strumento formativo fino dalla versione 1 di .Net e ne ha ripercorso l'evoluzione fino ad oggi per poi mostrare le novità applicabili a partire dal Framework 3.5 in poi.

Ho trovato molto interessante tutta la parte incentrata sul DAL che ha mostrato come evolvere il data access layer a partire dai recordset arrivando fino a Entity Framework passando attraverso LinqTo2SQL.
Questa evoluzione sul DAL è la stessa che ho percorso negli ultimi 5 anni. Tutti temi noti per me quindi ma, dato che la giornata voleva essere di tipo architetturale, è stato interessante vedere dove vengono messe le classi e come vengono strutturati i progetti da chi sviluppa quotidianamente applicazioni enterprise. Ma soprattutto vedere tanti piccoli e grandi accorgimenti utilizzati dal gruppo che sicuramente fanno la qualità di una applicazione.
Particolare attenzione è stata posta su come mantenere astratto, isolato e pluggable il DAL per poterlo sostituire semplicemente modificando il file config.

Molto belle ed eleganti anche le soluzioni proposte negli ambiti di autenticazione, autorizzazione e validazione dei dati.
In questo ambito lo spunto fornito di utilizzare le regole di WF senza utilizzare tutto WF sarà di sicuro oggetto di un mio approfondimento.

Meno profiquo è stato il pomeriggio soprattutto nella parte incentrata su SOA e WCF su cui mi sono decisamente perso, probabilmente a causa del mix di stanchezza mia da un lato, di accelerazione degli speaker e di proliferazione esponenziale dei progetti della soluzione (85…)

Di sicuro l'applicazione vista oggi rappresenta ad un elevatissimo livello il concetto fondamentale di DISACCOPPIAMENTO ed è una base architetturale che affronta tutti gli aspetti di un applicazione con tutte le tecnologie disponibili fino ad oggi: datareader, linq, linq to sql, entity framework, WF, WCF, Asp.net, MVC, SOA, Ado.Net Data Services…

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *